Come nasce il babà

Il babà è sicuramente tra i prodotti più buoni della tradizione pasticcera italiana. Quando si pensa a questo piccolo dolce tenero profumato di Rum, ci viene subito in mente la città di Napoli dove il mondo della pasticceria è un pezzo di cuore.

Il Babà nasce veramente nella città di Napoli?

Le vere origini di questo dolce sono tutt’altro che italiane.
Il nostro amato Babà ebbe origine per caso dallo zar polacco Stanislao Lesczynski. La leggenda narra che lo zar durante una cena era stufo del solito dolce polacco che gli veniva servito “babka ponczowa”, perché troppo asciutto, e lo lanciò sul tavolo dove intruppò una bottiglia di Rum.

Dal profumo che rilasciava il dolce, sommerso dal liquore, lo zar decise di assaggiarlo e così nacque “Ali Babà” nome tratto dal personaggio del romanzo “Le mille una notte”. Dopo l’espulsione dalla Polonia, lo zar fuggì in Francia e con lui portò l’amato dolce.

Come arrivò nella città di Napoli?

Il Babà arrivò nella città partenopea grazie a cuochi francesi chiamati “monsù”, che lavoravano a servizio delle famiglie nobili.
Fin da subito il dolce conquistò tutti e arrivò nei migliori forni e pasticcerie della zona.
I pasticceri napoletani cambiarono nuovamente il nome con “Babbà” e trasformarono questo dolce, nato da un incidente in un prodotto della tradizione pasticcera napoletana.

Avete mai pensato di mangiare un tiramisù al babà?

Molti di voi ormai ci conoscono e sanno che nel nostro negozio il tiramisù lo preparate voi con gli ingredienti che più preferite.

Partendo dal contenitore più gustoso e originale che solo noi di tiramisù abbiamo come: cornetti, maritozzi e bombe fritte, e immergete il vostro contenitore nella bagna che preferite tra caffè, birra, sciroppo, rum.

Ci raccomandiamo di venire a stomaco “vuoto” perché non è finita qui!
Nel vostro tiramisù oltre alle diverse creme offerte, lo potrete arricchire con dei buonissimi biscotti come: Oreo, Pavesini, Gentilini o per i più golosi ad aspettarli ci sono propri i Babà.